HOME   EVENTI   DIPINTI   SCULTURE   INSTALLAZIONI   LIBRI D'ARTISTA   CERAMICHE   BIOGRAFIA   MOSTRE   BIBLIOGRAFIA   CRITICA   CONTATTO   WEB

                   



CASTELLO DI SAN PELAGIO, PADOVA, 2013
BIBLIOTECA COMUNALE, COMO, 2014
- Libri d'artista, dipinti e opere su carta di Emilio Alberti. Con l'esposizione di libri antichi e rari della Biblioteca Comunale di Como e un incontro a più voci sul tema del LABIRINTO, a cura di Chiara Milani e Michele Caldarelli.

Argomentando sulle opere di Emilio Alberti, possiamo osservare, e più ampiamente ricordare prendendo in considerazione tutta l'ampiezza della sua ispirazione artistica, come nel suo lavoro riflessi e diffrazioni generati dall'acqua e dall'aria siano gli elementi più osservati ed elaborati. La loro oscillazione, le metamorfosi cromatriche, gli istanti percettivi che nel flusso del divenire ce ne rivelano la natura fisica e ne permeano l'interpretazione simbolica, si ritrovano in ogni sua opera, espressi dai colori, rappresentati da metafore e simboli compositivi: meridiane, pendoli, gnomoni, labirinti, specchi d'acqua, onde e vortici... in un vero viaggio, anch'esso labirintico, fra gli elementi. In più di un'opera viene evidenziata, a corollario, un'impronta digitale (la sua) impressa/ingigantita sulla superficie della tela... fatta di circonvoluzioni, trasformata in immagine enigmatica che nel suo essere “biologica” nella metonimia identità/verità ricorda il groviglio fisico e funzionale della massa cerebrale come pure le sinuosità delle viscere simbolicamente rappresentate dall'antica effigie del volto di Humbaba, celato da sette veli, custode misterioso della foresta degli dei e ucciso da Gilgamesh. L'epopea di questo eroe babilonese che sfida il divino, prefigura l'avventura di Teseo e la foresta/giardino, luogo oscuramente disorientante, prelude alla costruzione di Cnosso, con un comun denominatore espresso dalla decisionalità eroica. Il labirinto si rivela dunque luogo/logos delle verità e delle contraddizioni fra le quali si snoda il percorso, un percorso fatto di scelte che il "filo di Arianna" guida.
Michele Caldarelli





Biblioteca Comunale, Como, 2014


Biblioteca Comunale, Como, 2014


Castello di San Pelagio, Padova, 2013