HOME   EVENTI   DIPINTI   SCULTURE   INSTALLAZIONI   LIBRI D'ARTISTA   CERAMICHE   BIOGRAFIA   MOSTRE   BIBLIOGRAFIA   CRITICA   CONTATTO   WEB



MUSEO DEL PAESAGGIO DEL LAGO DI COMO - via Regina 22, Tremezzo, Lagi di Como
5 settembre - 1 novembre 2020

Mostra personale

Tre sono i temi iconografici maggiormente sviluppati da Emilio Alberti, mai abbandonati tutt'ora: la luce, intercettata da meridiane, ora dipinte, ora modellate, il labirinto, nella sua multiforme reinterpretazione del mito e l'acqua, in tutte le declinazioni possibili, di cui troviamo nella mostra, in Villa Mainona, un ampio esempio. Nell'ambito del sodalizio artistico e intellettuale che con Emilio Alberti andiamo sviluppando ormai da decenni, li abbiamo presentati e commentati tutti, soffermandoci su ognuno in vario modo con mostre e incontri interdisciplinari. E' stato nel 2014 che presentando contemporaneamente una mostra, un convegno, ed un excursus bibliografico, abbiamo affrontato nello specifico quello del labirinto, occupando gli spazi della Biblioteca comunale di Como. Recentemente mi sono ritrovato a riflettere su uno dei volumi allora esposti, L’Hypnerotomachia Poliphili, che mi è tornata utile come chiave di riferimento e di collegamento dei tre temi. Il libro, un romanzo allegorico, uscito in prima edizione a Venezia nel 1499, risulta essere tra i capolavori tipografici realizzati dalla bottega di Aldo Manuzio. Il racconto descrive il combattimento amoroso, in sogno, di Polifilo, in sostanza un viaggio iniziatico, labirintico a più livelli, sogno nel sogno, che nelle sue valenze simboliche, osservate anche da Jung, ricorda l'intreccio di un altro famoso scritto: le Metamorfosi di Apuleio.
(...) come sta scritto nella Hypnerotomachia: "tutte le cose umane altro non sono che sogno e nel contempo, del sogno si ricordano molte cose degne in verità di essere conosciute". È il sogno il luogo del viaggio del protagonista del libro, Polifilo, che come Alberti, lo riconosce come il "dove" in cui il corpo si avvicina di più all’anima percorrendo e vivendo un mondo parallelo sospeso fra realtà e immaginazione, connettendo e sovrapponendo ciò che è e ciò che si desidera sia o avvenga.
Michele Caldarelli



- Corriere della Sera - ETV News - Fb/events - Archivio Attivo Arte Contemporanea - Corriere di Como - ComoCity - Jsc15 - Exibart - myLakeComo



       

"L'Isola" (dittico), Acrilici, stucchi, alluminio su tela, cm 55x115 cad. 2020 ____________________"Incendio dell'Isola Comacina", Elaborazione digitale da una stampa del Museo del Paesaggio, 2020